LA RISERVA, I PROGETTI E LE RICERCHE ATTIVATE

Nella Riserva Naturale del Salviano sono presenti …. km di sentieri caratterizzati da diversi livelli di difficoltà e lunghezza, frequentati assiduamente dalle popolazioni locali. Nel territorio montano dell’area protetta gli escursionisti possono godere di un rifugio, la CASA DEL PELLEGRINO recupero di un piccolo fabbricato dismesso ex “Casa del Pellegrino”, vicino al Santuario della Madonna di Pietraquaria, al fine di realizzare un laboratorio naturalistico per bambini, punto di informazione turstico‐ ambientale e sede operativa per il controllo antincendio;

  • la bonifica dell’area del tiro a volo con riconversione in attività ecosostenibile, area attrezzata, fattoria scuola, centro scuola naturalistico‐sportiva, ecc;
  • la proposta per il miglioramento ambientale del Parco agricolo dei Piani Palentini per un’agricoltura rispettosa degli equilibri biologici e al tempo stesso remunerativa, capace anche di attivare un processo economico basato sull’agriturismo e sulla valorizzazione e commercializzazione di prodotti genuini;
  • il recupero e la trasformazione degli edifici dell’ex Zuccherificio Torlonia in un luogo destinato a diversi usi sociali, culturali e di ritrovo per la città. In particolare si pensava ad un luogo in grado di ospitare manifestazioni, convegni, dibattiti, mostre commerciali, artigianali e industriali, spettacoli teatrali e cinematografici; Sono previste aree boschive tematiche per circa 65 ha in cui è prevista la riforestazione diretta di piante autoctone ed indigene al fine di costituire un giardino botanico localizzato sul versante Nord del Monte d’Aria con ingresso in prossimità del nuovo parcheggio e della scultura “Teatro della Germinazione” di Pietro Cascella. A ridosso di questo orto botanico è previsto un vivaio e la costruzione di una serra in luogo della ex‐cava di pietra.

Un secondo giardino botanico di dimensioni più ridotte è localizzato non lontano dal Santuario della Madonna di Pietraquaria in prossimità della partenza dei percorsi pedonali per la salita sul Monte Cimarani. Questo giardino, è attrezzato con giochi per bambini e può essere raggiunto sia direttamenteattraverso la strada carrabile che porta al Santuario o mediante un percorso pedonale che collega i dueorti botanici attrezzati con aree di sosta per lo studio e la didattica e per l’attività sportiva (percorsid idattici, d; percorsi sportivi, s) .Un primo passo dovrà necessariamente sostanziarsi in una serie di misure destinate a far conoscere il “Monte Salviano” come paradiso della flora  e di dotare l’area di un minimo di rete infrastrutturale destinata a rendere riconoscibile la Riserva in tal senso e di dare corso a vere e proprie sessioni educativo-informative per le scuole della Ns regione.

A tale proposito si sono pensate alcuni  primi interventi che , a NS avviso , vanno nella direzione auspicata e rendono possibile procedere dare corso alle indicazioni fornite dall’Amministrazione Comunale.

Per sintesi ed al fine di dare un quadro sufficientemente esaustivo si è pensato di dividere le prime azioni in due capitoli distinti , ma ovviamente interconnessi.